Pane integrale al cioccolato e nocciole: bontà per una super colazione

2 Marzo 2018alessia aloe

Il profumo di pane è inconfondibile e irresistibile, se poi è farcito con cioccolato e nocciole…che ve lo dico a fare?! 😀 Questo pane è nato per preparare la colazione del giorno dopo. Di solito mangiamo qualche fetta di pane integrale, ricoperta di un po’ di crema di nocciole (100% nocciole) e sopra dei quadretti di cioccolato fondente.


Un giorno è capitato che fosse finito il pane, non solo a casa, ma anche dal panettiere! Aiuto….e come si fa per la colazione di domani?! In genere non ci piace fare la colazione con dei dolci o, comunque, cerchiamo di ridurre al minimo possibile lo zucchero. Ho pensato così di impastare io il pane e di farcirlo già, così avremmo poi dovuto solo tagliarlo e gustarlo. E così è stato…dovete proprio provarlo per capirne la bontà! Inoltre è un impasto base che potrete farcire come preferite o utilizzare senza farcitura come pane classico o per farne dei panini!

Se ci seguite su Facebook (se non ancora, correte a farlo!) sapete che il giovedì è il giorno in cui facciamo il Giovedì Quiz: ieri vi abbiamo chiesto quale sia stato il primo popolo a fare il pane e la risposta è quello egiziano! All’inizio i chicchi di cereali venivano mangiati interi o macinati con pietre e poi miscelati con l’acqua. La prima forma di pane si ebbe probabilmente per caso: forse quando il composto di farina e acqua fu lasciato a lungo vicino a un fuoco o quando ne fu versato un po’ su una pietra calda e si vide che il composto diventava più solido (Qui trovate un approfondimento sulla storia del pane). Aggiungendo poi un pezzo di impasto acidulo del giorno precedente alla miscela di farina e acqua, si iniziò a “sfornare” il pane a lievitazione naturale che oggi è tornato alla ribalta! Come questo che vi proponiamo…quindi non vi resta che infarinare il piano di lavoro e impastare!

Se vi piace la ricetta lasciate un commento in basso e se la provate, condividete le vostre foto usando l’hashtag #dirittoincucina e taggate il nostro profilo @dirittoincucina!
Non dimenticate di seguirci su Facebook, Instagram e Twitter! Grazie! 🙂

Pane al cioccolato e nocciole
Preparazione
20 min
Cottura
30 min
Lievitazione
4 h 30 min
Tempo totale
50 min
 

Forno statico 180°C

Porzioni: 2 filoncini
Chef: Alessia e Sara
Ingredienti
  • 500 g farina tipo 2 ( + quella per il piano di lavoro)
  • 350-400 g acqua
  • 40 g lievito madre disidratato
  • 200 g cioccolato fondente al 72%
  • 40-50 nocciole sgusciate
  • 20-25 fichi secchi reidratati (facoltativi)
  • 10 g sale marino (facoltativo)
Istruzioni
  1. Versa nella ciotola della planetaria farina, lievito, sale (puoi anche ometterlo) e acqua. Aziona a velocità media e lascia lavorare per 10 minuti finché si formerà un panetto liscio ed omogeneo che si incorderà al gancio. Se impasti a mano, lavora per la stessa durata. 

  2. Dai forza all'impasto sbattendolo un po' sul piano di lavoro e praticando delle pieghe su se stesso. Ripeti per circa dieci volte.

  3. Forma un panetto sigillando la pasta verso il basso, mettilo nella ciotola, copri, chiudi in forno spento e lascia lievitare dalle 4 alle 6 ore. 

  4. Trita grossolanamente al coltello cioccolato, nocciole e fichi precedentemente ammollati (facoltativi). Miscela tra loro.

  5. Riprendi l'impasto ormai lievitato. Dividilo in due e stendi con le mani in rettangoli di circa 45x35 cm. Cospargi uniformemente la miscela tritata lasciando liberi i bordi. Arrotola partendo da un lato lungo e lascia la chiusura in basso.

  6. Rivesti una leccarda con la carta da forno. Posiziona i due filoncini distanziati tra loro. Lascia riposare 30 minuti.

  7. Accendi il forno in modalità statico a 180° C. Dopo i 30 minuti di riposo, pratica due tre tagli sulla superficie dei filoni e inforna. Lascia cuocere per 30-40 minuti finché saranno ambrati e faranno un suono vuoto picchiettandoli sul fondo. 

  8. Estrai dal forno e lascia raffreddare prima di tagliare e consumare

Note
  1. Gli ingredienti sono per due filoncini farciti. Se vorrai farne uno farcito e uno neutro salato o con semi misti, dimezza le dosi della farcia. Potrai fare anche dei panini di circa 100 g di impasto ciascuno procedendo allo stesso modo.
  2. Io di solito lo impasto intorno alle 12 e poi intorno alle 18 riprendo a lavorarlo per la cottura così da avere il salato per la cena e quello farcito per la colazione del giorno dopo.
  3. Conserva il pane avvolto in un canovaccio pulito così non si indurirà e potrai consumarlo ancora dopo diversi giorni. 

Alla prossima ricetta,

Alessia e Sara! 🙂

Lascia un commento in basso e seguici anche su Facebook, Instagram, Twitter!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo