Dahl di lenticchie rosse: il primo piatto etnico di Sara

16 novembre 2018alessia aloe
dahl di lenticchie

Conoscete il dahl di lenticchie rosse? Se non lo avete mai assaggiato, dovete assolutamente rimediare. Io adoro la cucina indiana (vabbè, diciamo quella parte di cucina indiana che fino ad oggi ho potuto assaggiare!) e a giudicare dal piatto ripulito di Sara, anche lei è sulla mia stessa linea. In India i tipi di legumi sono tantissimi, usati sia freschi che essiccati. Questi ultimi vengono conservati sia interi che spezzati, detti “dal“. La tipica preparazione di questi “dal”, legumi spezzati, è appunto il dahl ossia una salsa densa ottenuta bollendoli. Il risultato è un piatto confortevole, gustoso e super nutriente. Il primo passo quindi per introdurre Sara alla cucina indiana (che poi aveva già conosciuto ed apprezzato fin da quando era nel pancione) e per introdurre voi se non la conoscete ancora, è proprio questo dahl di lenticchie rosse, semplice da preparare e dal sapore speziato non troppo forte. Come gli altri legumi, le lenticchie sono molto nutrienti. Sono un’ottima fonte vegetale di proteine, ricche di potassio ( 266 mg in 100 g cotte), fosforo (146 mg), ferro (3 mg ), vitamine e folati. Le decorticate poi sono anche un alleato quando si ha poco tempo perché cuociono in 10 minuti e senza ammollo! Questo dahl di lenticchie, come vi dicevo, è adatto anche ai più piccoli: non spaventatevi delle spezie (il peperoncino è facoltativo e per gli adulti)…pensate che dall’altra parte del mondo i bimbi le mangiano quotidianamente senza problemi! Accompagnate il dahl con del riso cotto al vapore, come ho fatto io, o con del pane tipico indiano, il capati, una sorta di piadina fatto solo di farina e acqua. Come gli altri legumi (eccetto la soia), anche le lenticchie sono carenti in lisina ed abbondano in metionina mentre i cereali (eccetto il riso) l’esatto contrario: consumandoli insieme, si compensano a vicenda offrendoci tutti gli aminoacidi essenziali al completo.  Scegliete voi cosa preferite…con il freddo alle porte, il dahl di lenticchie saprà riscaldare e confortare piacevolmente sia voi che i vostri piccoli.

Fateci sapere cosa ne pensate e fateci vedere i vostri piatti colorati inviandoci le vostre foto o pubblicandole taggandoci con @dirittoincucina e #dirittoincucina😉

Non dimenticate di seguirci sui nostri profili FacebookInstagram e Twitter e di condividere la ricetta! Grazie! 🙂

dahl di lenticchie
La manina del mio cuore! (Il cucchiaio bellissimo ce lo ha portato il nostro uomo dalla Russia) 🙂

 

Preparazione
10 min
Cottura
35 min
Tempo di riposo
10 min
Tempo totale
45 min
 
Porzioni: 4 persone
Chef: Alessia & Sara
Ingredienti
  • 250 g di lenticchie rosse decorticate
  • 1 litro circa di acqua calda
  • 1 carota
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio di aglio
  • 5 cm di zenzero fresco
  • 4 pomodorini (in conserva interi)
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • prezzemolo
  • olio di sesamo
  • sale
  • peperoncino essiccato (facoltativo)
Istruzioni
  1. Pulisci e trita finemente scalogno, carota, aglio e zenzero.

  2. Scalda le spezie in polvere in un tegame con un filo di olio, mescola per qualche istante. Aggiungi il trito e fai insaporire.

  3. Lava bene le lenticchie in un colino sotto l'acqua corrente. Versale nel tegame. Mescola uniformemente. Versa l'acqua calda, rivestendole abbondantemente. Aggiungi i pomodorini tagliati in 8 parti.

  4. Porta a bollore e cuoci a fuoco medio-basso per 30 minuti, gli ultimi 10 con coperchio. Mescola di tanto in tanto.

  5. Ultimata la cottura, aggiungi un filo di olio, mescola. Copri e lascia riposare per 5- 10 minuti.

  6. Aggiungi sale e peperoncino per gli adulti, dopo aver messo da parte la porzione dei più piccoli.

Note
  • Per preparare il riso al vapore ti basterà versare la tua dose in un pentolino e coprirlo di acqua per un volume di 1 volta e 1/2 quello del riso. Chiudi con coperchio. Porta a bollore e cuoci a fuoco basso per 12 minuti. Spegni e lascia ancora coperto per 10 minuti. Scopri e sgrana. 
  • Di solito il riso utilizzato è quello a chicco lungo, tipo basmati. Ma potrai usare il tuo preferito. In questo caso io ho usato un riso semintegrale e ho allungato di qualche minuto i tempi di preparazione.
  • Puoi sostituire l'olio di sesamo, con l'olio di oliva.

dahl di lenticchie

lenticchie

dahl di lenticchie

Sara ha tanto gradito, e voi?!

Alla prossima ricetta,

Alessia e Sara! 🙂

Lascia un commento in basso e seguici anche su FacebookInstagramTwitter!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo