Polpette di pane al sugo: ricetta anti spreco da leccarsi i baffi

2 Febbraio 2018alessia aloe

 

Alzi la mano chi non adora la pasta al sugo semplice! E alzi la mano chi non ha mai fatto la “scarpetta” con il sugo che rimane sul fondo della pentola e del piatto! O alzi la mano chi non adora le polpette di pane al sugo e non farebbe la scarpetta anche qui! Ecco, io ho le mani proprio abbassatissime…la pasta al pomodoro è uno dei miei piatti preferiti e anche queste polpette lo sono: la bontà della semplicità. Basterebbe questo per convincervi (se ce ne fosse bisogno) a farle. Ma voglio strafare e darvi altri due buoni motivi per provare la ricetta. Il primo è nutrizionale: sapevate che il pomodoro è più sano e nutriente se cotto a lungo? Questo perché contiene un potente antiossidante, il licopene, che con il calore si sprigiona molto di più che nel pomodoro crudo e, essendo liposolubile, l’organismo lo assimila al meglio grazie a quel filo di olio di oliva che non manca mai nei nostri sughi. Il secondo motivo è che questa ricetta è realmente anti spreco: se avete del pane raffermo da smaltire queste polpette sono la vostra soluzione. Qui non ce n’è una timida fetta come comparsa…ne metterete realmente un bel po’: il pane raffermo è l’attore protagonista e con il rosso pomodoro vincono l’oscar. Allora, vi ho convinti a farle?😉

Ingredienti per 14 polpette grandi:

Per le polpette:

  • 200 g di pane raffermo (per me integrale)
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 2 spicchi di aglio piccoli
  • 3 manciate di pane grattugiato (per me integrale e grattugiato in casa) + quello per impanarle
  • un filo di olio di oliva
  • sale e pepe q.b.

Per il sugo:

  • 700 ml di passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di acqua
  • 1 scalogno
  • 5-6 foglie di basilico fresco o essiccato
  • 3-4 cucchiai di olio di oliva
  • sale q.b.

Preparazione:

Taglia il pane grossolanamente, mettilo in una ciotola e coprilo di acqua. Lascialo ammollo per 20-30 minuti (dipende da quanto è duro il pane). Prepara intanto il sugo.Trita finemente lo scalogno e fallo imbiondire nell’olio in un tegame abbastanza capiente perché qui metterai le polpette. Aggiungi la passata, l’acqua e il basilico spezzettato o sbriciolato. Lascia cuocere per 30-40 minuti a fuoco moderato. Sala a metà cottura. Fai le polpette. Strizza il pane ma non totalmente (è questo il trucco per far legare il composto). Frullalo con l’aglio pelato e il prezzemolo. Trasferisci il composto nella ciotola, aggiungi il pepe, il sale se necessario e il pane grattugiato finché rimane compatto tra le mani. Crea le polpette e impanale leggermente. Scalda una padella con un filo di olio e fai dorare le polpette su tutti i lati per 5-10 minuti. Quando avranno la crosticina su tutta la superficie, tuffale nel sugo, cospargirne una cucchiaiata a testa, copri e fai cuocere per 15 minuti. Servi calde.

Consigli:

  • Se ne rimarranno, conservale in frigo e riscaldale poi al forno coperte con della carta alluminio.
  • È un ottimo piatto anche per i bambini che hanno già iniziato a mangiare i cibi salati ma prima dei 2 anni con pane non integrale.

Alla prossima ricetta,

Alessia e Sara!

( Seguimi anche su Facebook, Instagram, Twitter e Youtube)

7 Comments

  • saltandoinpadella

    5 Febbraio 2018 at 16:37

    Eccerto che mi hai convinta. La scarpetta è d’obbligo con il sugo, sarebbe un delitto sprecare anche solo una molecola di questo sughetto 🙂 sai che non sapevo la cosa della cottura del pomodoro?

    1. Alessia

      5 Febbraio 2018 at 16:40

      Elena, io non riesco a trattenermi dal farla!😁 Sono contenta di averti convinta e di averti fatto scoprire la chicca nutrizionale!😊 Un abbraccio

  • Chef V.

    13 Febbraio 2018 at 14:22

    Fantastica… sei davvero fantastica! Poi questo messaggio sul riguardarsi dallo spreco inutile del cibo!Ti adoro😉👌

    1. Alessia

      13 Febbraio 2018 at 14:34

      Così però mi fai diventare rossa come le polpette!😁 Grazie infinite, sei molto gentile! 😊 Credo che ormai essere sostenibili e consapevoli sia doveroso per tutti! Purtroppo però ancora non è quello che avviene…Torna pure da queste parti quando vuoi! Buona giornata,
      Alessia

      1. Chef V.

        13 Febbraio 2018 at 14:38

        Ce ne fossero persone del tuo modus pensandi questo mondo sarebbe un posto migliore😉👌Non mancheró a farti nuovamente visita puoi contarci!

        1. Alessia

          13 Febbraio 2018 at 14:41

          Beh mi pare di capire che siamo già in due!😅 Grazie ancora e a presto!
          Alessia 😊

          1. Chef V.

            13 Febbraio 2018 at 14:44

            sempre troppo pochi😜👎 Le cose buone su questo mondo si contano sulle dita di 2 mani😜✌️

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo