Muffin del Buon giorno!

6 giugno 2015alessia aloe

muffin ban cioc

Credo che dopo aver assaggiato questi muffin, capirete il perché del loro nome! La colazione si sa, è importante e, direi, quasi sacra…quei 10-15 minuti ogni giorno bisogna stare tranquilli e godersela! Immaginate come sarebbe iniziare un nuovo giorno con un caffè bruciato o con dei biscotti afflosciati…brutti presagi di come sarà il seguito! Questi muffin invece, fanno l’effetto opposto: fate colazione con questi e sarete, fino a fine serata,  la persona più serafica e paziente del mondo anche in situazioni in cui voi stessi non vi reggereste! E lo dico per esperienza appena vissuta!!! In più, se mentre li gustate, riflettete sulla bellezza della chimica degli alimenti che rende possibile la riuscita di questi muffins soffici e gustosi solo con prodotti vegetali e non raffinati…beh, vi resta solo un Buon giorno davanti! Si, perché i muffin li avrete già spazzolati tutti!!! Buon fine settimana a tutti!

Se vi piace la ricetta, scrivete un commento in basso e se la provate, condividete le vostre foto usando l’hashtag #dirittoincucina e taggate il profilo @dirittoincucina!
Non dimenticate di seguirmi su FacebookInstagram e Twitter! Grazie! 🙂

Ingredienti per 15 muffins:

– 250 g di farina di tipo 2;

– 125 ml di acqua;

– 8 cucchiai di bevanda di soia al naturale;

– 80 g di olio extravergine d’oliva;

– 80 g di zucchero di canna demerara o mascobado frullato;

– 2 banane grandi ( circa 270 g di polpa);

– 150 g di cioccolato fondente al 72%;

– 1 cucchiaino di succo di limone;

– semi di metà baccello di vaniglia;

– un pizzico di sale;

– 15 g di lievito per dolci naturale (bicarbonato e cremor tartaro);

Preparazione:

Fai riscaldare il forno a 180°. Setaccia la farina e il lievito in una ciotola ed aggiungi lo zucchero ( se usi il mascobado, ricordati di frullarlo prima), il sale e la vaniglia. A parte riduci a purea con una forchetta le banane aggiungendo il succo di limone per non farle ossidare. Aggiungi la purea alla farina. Versa l’olio, l’acqua, la bevanda di soia e miscela. Trita al coltello il cioccolato, infarinalo leggermente ed aggiungilo al composto, lasciandone un paio di cucchiai da parte. Incorpora. Posiziona i pirottini negli stampi e riempili fino all’orlo. Aggiungi un pizzico del cioccolato tritato sulla superficie di ogni muffin. Inforna e fai cuocere per 30 minuti. Una volta superata la prova dello stecchino, togli dal forno, sforma e posizionali su una gratella. Lascia raffreddare e caricati per il tuo Buon giorno!

muffin banana cio

Consigli:

  • Trucchetto per non far accartocciare i pirottini con l’impasto dentro: versa il primo cucchiaio direttamente sul fondo…se infatti toccherà qualche lato, inizierà la lotta, persa in partenza, per farlo stare come dovrebbe!
  • Con questa dose puoi realizzare 45 mini muffin: in questo caso, basteranno 20 minuti di cottura in forno.

0 Comments

  • wwayne

    6 giugno 2015 at 20:31

    Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

    1. Alessia

      7 giugno 2015 at 20:17

      Ti ringrazio per avere arricchito il mio post con questo bellissimo aneddoto di cui condivido in pieno il senso! In effetti, capita spesso di essere travolti dalla frenesia del mondo di oggi, e magari arrivare a fine giornata senza ricordare nemmeno come era iniziata! Ed il tutto sempre meno con il sorriso…perché, come dicevi anche tu, non siamo mai soddisfatti in pieno! Crediamo che la felicità sia un’utopia irraggiungibile o chissà dove nascosta…mentre se ci fermassimo qualche minuto a riflettere gustando un cioccolatino, ci renderemmo conto che, in effetti, anche quella è la nostra felicità!
      Ed è per questo che ho definito la colazione quasi sacra, invitando tutti a goderla in tranquillitá…quasi come fosse un momento di raccoglimento, quando ancora non si é stanchi della giornata, per apprezzare la propria vita, caricarsi, ed immergercisi in pieno! Per quanto mi riguarda, mi basta gustare uno di questi muffins con accanto la mia metà mela platonica e, come dicevo, il Buon giorno verrà da sé! Grazie ancora delle belle parole!

      1. wwayne

        7 giugno 2015 at 20:24

        Ho sviluppato un confronto più esteso tra l’Italia di mia nonna e l’Italia attuale in questo mio post: https://wwayne.wordpress.com/2014/10/22/poveri-ma-felici/. Grazie a te per la risposta! 🙂

  • Alessia

    10 giugno 2015 at 8:13

    Verrò con piacere a dare una lettura! 🙂

  • Burro di arachidi! | Diritto in bocca

    27 giugno 2015 at 20:16

    […] aggiunti. E la colazione sarà fatta alla grande! Se invece avrete già provveduto a fare i Muffins del Buon giorno, non temete, questa crema potrà farvi compagnia per uno spuntino pomeridiano e, perché no, per […]

  • Le farine | Diritto in bocca

    8 febbraio 2018 at 17:45

    […] sostituire le uova (io l’ho usata in queste ricette per esempio Panelle..senza mazze”, Muffins del Buon giorno!)! Anche tutte queste altre farine ci sono sia integrali che più raffinate, senza però una scala […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post precedente Post successivo